SERVIZI

Intelligenza artificialeQBT sviluppa algoritmi e software in ambito fintech, forti di una solida esperienza nell'erogazione diretta di servizi.
Esperienza che ha accresciuto il nostro know-how, consolidando la nostra capacità di sviluppare software gestionali che progettiamo su misura, per proporre sempre la migliore soluzione tecnologica alle esigenze specifiche del cliente.
Attraverso una scrupolosa attività di ricerca e sviluppo abbiamo inoltre esplorato nuovi settori, diventando un punto di riferimento nel campo dell’Intelligenza Artificiale, ed in particolare nel Natural Language Processing e nel machine learning.
Tutte le nostre attività di ricerca procedono in stretta collaborazione con università e centri di ricerca, che costituiscono il naturale network delle competenze di QBT.

Artificial Intelligence:
Natural Language Processing e Machine Learning

«L'Intelligenza Artificiale (conosciuta con l’acronimo inglese AI) è una disciplina appartenente all'informatica che studia i fondamenti teorici, le metodologie e le tecniche che consentono la progettazione di sistemi hardware e sistemi di programmi software capaci di fornire all’elaboratore elettronico prestazioni che, a un osservatore comune, sembrerebbero essere di pertinenza esclusiva dell’intelligenza umana».

(Marco Somalvico)

Leggi tutto

 Definizioni specifiche possono essere date focalizzandosi sui processi interni di ragionamento o sul comportamento esterno del sistema intelligente ed utilizzando come misura di efficacia la somiglianza con il comportamento umano o con un comportamento ideale, detto razionale.

L’AI può simulare in diversi modi l’intelligenza umana, a seconda dei processi attivati:

  • agire umanamente - il risultato dell’operazione compiuta dal sistema intelligente non è distinguibile da quella svolta da un umano;
  • pensare umanamente - il processo che porta il sistema intelligente a risolvere un problema ricalca quello umano. Questo approccio è associato alle scienze cognitive;
  • pensare razionalmente - il processo che porta il sistema intelligente a risolvere un problema è un procedimento formale che si rifà alla logica;
  • agire razionalmente - il processo che porta il sistema intelligente a risolvere il problema è quello che gli permette di ottenere il miglior risultato atteso date le informazioni a disposizione.

(fonte: Wikipedia)

Agent MOrSe

La ricerca semantica o Natural Language Processing:

  • non si affida alla semplice chiave di ricerca delle parole chiave Keyword;
  • risolve i problemi legati alla morfologia (singolari/plurali, verbi all’infinito ecc.);
  • capisce il significato del “contesto” cercato, attraverso la disambiguazione dei testi;
  • fornisce risultati che si riferiscono al contesto anche se le Keyword non sono specificatamente presenti nel contenuto.

Ecco un esempio:

La ricerca “Pinguini” restituirà tutte le sorgenti di informazioni che riportano contenuti che hanno a che vedere con i buffi “Animali grigi del polo Sud”, senza che tali contenuti debbano forzatamente includere il termine “Pinguini”.

MOrSe (Motore di ricerca Semantica) è una piattaforma di QBT, basata su tecnologia proprietaria semantica, che supporta i clienti nel gestire in modo più efficace le informazioni disponibili, così da ricavarne nozioni fondamentali e strategiche.

La piattaforma è in grado di operare su grandi flussi di dati (documenti di testo, multimedia, flussi audio, pagine web e social network) in 27 lingue diverse.

Punti forza della piattaforma MOrSe sono gli specifici thesauri appositamente definiti per ogni specifico settore applicativo al fine di concettualizzare, classificare e ricercare gli argomenti in modo ottimale. Questo permette di superare i limiti delle tradizionali tecnologie basate su keyword.

Progettata e realizzata da esperti del settore in collaborazione con il CNR di Roma, MOrSe è usata da Clienti qualificati in Italia e in Svizzera ed è impiegata in numerosi contesti.

NewsMarket

NewsMarket

NewsMarket è uno strumento di analisi delle notizie, opportunamente addestrabile, il cui compito è generare allarmi e previsioni automatizzate, da proporre a chi investe.
L’idea è quella di creare un automa, che senza sosta analizza news alla ricerca di correlazioni e tendenze e che, al momento opportuno, dice all’essere umano: “Data l’attuale situazione politica e bellica in Libia, è opportuno tenere sotto osservazione l’ETF sul petrolio e tutti i titoli legati al settore petrolifero. Si suggerisce di prestare attenzione al titolo ENI, BP”.
Le basi scientifiche su cui poggia il sistema NewsMarket sono state presentate al Congresso di Artificial Economics del 29-30 Agosto 2013 a Klagenfurt (Austria) e pubblicate sul volume Springer: Artificial Economics and Self Organization, Lecture Notes in Economics and Mathematical Systems Volume 669, 2014, pp 133-145.

Il secondo prototipo, NewsMarket 2.0, è stato presentato alla conferenza Carving Society: New frontiers in the study of social phenomena, tenutasi a Roma presso il LABSS-ISTC-CNR il 1 Dicembre 2014. A seguito della conferenza è stato redatto il paper NewsMarket 2.0: some empirical evidence, in attesa di pubblicazione.